Che ne dici di saperne un po’ di più sulla Massoneria?

Se scrivi “Massoneria” su Google, troverai quasi un milione di risultati per la tua ricerca. Se provi in ​​inglese con il termine “Freemansory”, il numero supererà i due milioni di risultati. Forse questa è un’indicazione che l’interesse e la curiosità su questo ordine ottengono sempre più spazio e, in secondo luogo, che la Massoneria non è così segreta come si potrebbe immaginare.

Il fatto è che definire ciò che è Massoneria in una sola riga è complicato. Ma quello che sembra essere un consenso tra i molti siti diffusi su internet è che è la più antica e grande società fraterna che cerca di promuovere valori come integrità, bontà e giustizia, oltre ad essere conosciuta per le sue donazioni e azioni caritatevoli.

Con quasi 300 anni di storia, la Massoneria riunisce una serie di rituali e simboli ed è stata adottata da molte personalità che hanno segnato la storia dell’Italia e del mondo. Per seguire più dettagliatamente questo ordine che riunisce curiosi e ammiratori, seguici.

Una breve storia

La mancanza di documenti e registrazioni affidabili non ci consente di dire con certezza dove si trovano le origini dell’Ordine. Ci sono esperti che credono che la Massoneria sia iniziata in Mesopotamia, mentre altri credono che possa essere emersa tra le prime manifestazioni religiose avvenute in Egitto. Ci sono anche quelli che sostengono che sia la costruzione del Tempio di Salomone a segnare l’inizio della Massoneria. Tuttavia, è comune sentire che l’Ordine dei Cavalieri del Tempio e la Fraternità Rosacrociana abbiano esercitato la loro influenza nella creazione della Massoneria.

La società Massonica come la conosciamo oggi nacque nel 1717 in Inghilterra dagli ideali dell’Illuminismo e con l’aiuto di massoni e costruttori esistenti che si erano riuniti per ricostruire la città di Londra dopo l’incendio del 1666.

Oggi, i Massoni contano più di sei milioni di persone che non sono esattamente una società segreta – o non ne parlano apertamente – ma un’organizzazione che detiene i suoi segreti.

Dentro la Muratoria

Il modo più comune per entrare nell’Ordine è contare sulla segnalazione di un Massone, ma è anche possibile inviare una richiesta ad una Obbedienza massonica. Il candidato deve essere maggiorenne e in alcuni casi solo maschio (il S.O.M.I. non fa distinzione di sesso). Tuttavia, bisogna credere in un essere o forza superiore, ma poiché non è una religione, la Massoneria accetta musulmani, cattolici, ebrei, ecc. Per questo motivo, le questioni controverse – come la religione e la politica – non possono essere discusse durante le riunioni.

La Massoneria è composta da riti, e attualmente si praticano circa 50 riti nel mondo. Tutti i Riti comprendono tre gradi: Apprendista, Compagno e Maestro. Dopo questa fase, i Massoni vengono classificati in diverse categorie e i nomi che variano in base al rito.

I riti hanno caratteristiche particolari e in ciascuno dei gradi i massoni condividono diversi insegnamenti. Quando un Fratello o una Sorella raggiungono un grado successivo, si celebra un rito di passaggio pieno di simbologia. In queste occasioni, i massoni indossano tuniche e grembiuli e adatti per ogni rituale, oltre a avere parole e gesti specifici durante la ritualità.

Simboli

Originariamente, il nome dell’ordine proviene dalla Massoneria francese che significa “costruzione” o “cava” e si riferisce al massone che sarebbe il “costruttore” o “muratore”. Per estensione, si può dire che il termine significa “associazione di muratori”. Per questo motivo, l’Ordine ha preso gran parte del suo simbolismo dall’arte della scultura della pietra e dalla costruzione di edifici: proprio come nella costruzione, in Massoneria si sale di grado man mano che si acquisisce conoscenza ed esperienza.

 In questo modo, la squadra ed il compasso – che sono due dei simboli più comuni – rappresentano la precisione e la rettitudine. Dalla sovrapposizione di questi due strumenti possiamo ricavare il sigillo di Salomone (che molti chiamano la stella di David)  e rappresenta la creazione e la perfezione. La lettera G, che può o non può accompagnare l’immagine della squadra e del compasso, è un riferimento alla Geometria oltre a rappresentare il Grande Architetto dell’Universo.

L’occhio della Provvidenza – noto anche come “l’occhio che vede tutto” – è un altro simbolo della Massoneria che era particolarmente famoso per apparire sul retro delle banconote da un dollaro e serve come promemoria per i Massoni che sono sempre osservati da Grande Architetto dell’Universo. Ma rappresenta anche l’occhio di Iside e da qui il riferimento ai “figli della vedova”. Questo simbolo è solitamente accompagnato da un triangolo o da tre punti.

Altri simboli importanti che si possono trovare nei templi sono le colonne B (che significa Boaz, in riferimento alla prima colonna del Tempio di Salomone) e J (che significa Jakin e sta per stabilità in ebraico). All’interno del Tempio, il pavimento è bianco e nero e funge da simbolo di diversità e opposizione tra luce e oscurità, corpo e spirito, bene e male.

Più curiosità

  • Alcuni dei massoni più famosi del mondo sono: Nelson Mandela, Johann Wolfgang von Goethe, George Washington, Martin Luther King Jr., Franklin Delano Roosevelt e Ludwig van Beethoven.
  • Nonostante la Massoneria sia riservata ai maggiorenni, ci sono ordini speciali per i giovani.
  • L’inno Francese, o la Marsigliese, fu composta dal massone Rouge de Lisle e fu cantato per la prima volta nella Loggia dei Franchi cavalieri di Strasburgo.
  • Anche l’inno del nostro Paese ha questa chiara connotazione – Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta……
  • Insieme, il Rito di  York, il Rito Emulation, l’Antico e Accettato Rito Scozzese e il Rito Moderno riuniscono il 99% dei Framassoni.

* * *

E poi, caro lettore, cosa ti è piaciuto di più in questo testo? Pensi che qualche argomento possa essere approfondito? Condividi la tua opinione con noi alla casella di posta info@somi-massoneria.eu e segnalaci cos’altro vorresti sapere sulla Massoneria.

Categorie Eventi